I dipinti di Rossana Paolini Benvenuti nello spazio web di Simone Mariotti Simone Mariotti
Home pageCerca nel sitoContattamiCurriculum vitaeDownloads
Gli ultimi articoli:     La Brexit, l’oro e gli strafalcioni delle banche sulle materie prime     -    Il sindaco Andrea Gnassi tra il lungomare e il West    -    A mia figlia Desideria    -    Ingenuità dei No Triv contro un demonio di cartapesta    -    Cristina Di Pietro conquista The Voice of Italy    -    Maternità surrogata: in difesa della libertà di scelta    -
Domenica, 25 giugno 2017 - ore 10:38

pixel
  CONDIVIDI
pixel
Share |

  Ospiti on line
pixel
In questo momento ci sono 19 visitatori

  Gli articoli - La Voce
pixel
La Voce di Romagna

Finanza & Investimenti

Politica & Economia

Previdenza e TFR

Rimini e Romagna

International

Antiproibizionismo

Miscellanea

Dedicato a...

Recensioni

Interviste



  Articoli altre testate
pixel
Altre testate giornalistiche

  I libri
pixel

Storia della Cassa di Risparmio di Rimini
Storia della Cassa di Risparmio di Rimini


L'investitore libero
L'investitore libero


Non dite a Sandokan che sono stato qui
Non dite a Sandokan che sono stato qui


L'ABC...per perdere il vostro denaro
L'ABC... per perdere il vostro denaro


Riminindustria
Riminindustria



  Altri lavori
pixel
Tesi di laurea:
Economie insulari: sviluppo o isolamento
Economie insulari
In collaborazione con Simone Mariotti
Amarcorderia - Mostra fotografica, Rimini 2011 Amarcorderia Mostra fotografica a cura di Gabriele Bernardi
a cura di Simone Mariotti
Un mare senza voce Un mare senza voce... tra flussi e riflussi
a cura di Simone Mariotti
Il mare non è una fogna blu Il mare non è una fogna blu
a cura di Simone Mariotti
Scatologia alla riminese Scatologia alla Riminese
Allestimento a cura di Simone Mariotti
L'inedito - Ennio Flaiano La mostra su Ennio Flaiano: "L'inedito"


pixel
Benedetto Benedetti




Ho conosciuto Benedetto molti anni fa, ed ogni volta che mi capita di scambiare due parole con lui è sempre come entrare in un mondo in cui le misure della nostrà ordinarietà non valgono più.
Vi rimando ad un articolo che scrissi per i dieci anni di una mostra su Ennio Flaiano cui lavorammo assieme: Se Flaiano fosse ancora qui

Ma per una visione più chiara di quello che è il modo di parlare e vivere di Benedetto, riporto la prefazione che il romanziere e saggista Manlio Cancogni scrisse per la prima edizione de L'invornita

"Questi due racconti di Benedetto Benedetti sono due tranches de vie ricavate dalla rappresentazione di un mondo fra il contadino e il preindustriale che ha qualcosa di mitico, pur essendo assolutamente reale, storico. Non mi risultava che nella prima metà del secolo sulle colline della Romagna ci fossero delle miniere, e più precisamente delle zolfare.
Nel dopoguerra esse furono chiuse. Quel mondo paesano, minerario, sparì. Benedetti lo ricorda ancora non come un felliniano Amarcord, ma come una realtà ancora presente pur nella sua stranezza.
Ciò che colpisce in questi due racconti è soprattutto l'atmosfera notturna. Grava sulle cose e sui viventi un buio che annera tutto, salvo a rompersi, qua e là, in brevi squarci di luce: un acetilene, le luci della miniera, il lume di un caffeuccio, luogo di transito per chi comincia a lavorare prima dell'alba. In questa mezza tenebra i viventi hanno una presenza spettrale e tuttavia molto concreta. Specie le donne.
Difficile definire il carattere; ma forse la suggestione che esse esercitano, così forte e misteriosa, sta proprio nel loro essere inesplicate. E che dire dello stile? E' così aderente a quel mondo popolare e un po' arcaico da somigliare a un dialetto, anche se Benedetti, tranne qualche parole qua e là, scrive sempre in italiano.
Ma è un italiano così stravolto, anche sintatticamente, da evocare la vita di chi normalmente non si esprime in lingua. Siamo così davanti a una doppia realtà: quella delle parole non corrisponde a quella che esse evocano.
Come accade, per intendersi, leggendo Verga"



Benedetto ci ha lasciato il 20 genaio 2014.
Di seguito trovate solo alcuni degli gli ultimi suoi lavori, mentre più in basso ho riportato le pagine de La Voce di Romagna del 21 gennaio 2014 con l'articolo scritto da Davide Brullo in occasione della sua morte.

A questo link invece potete leggere il ricordo della giornalista e scrittrice Helena Frith Powell, figlia di Benedetto Benedetti, e autrice del libro a lui dedicato Ciao Bella (la copertina è riprodotta in questa pagina, più in basso)


                         
  L'invornita                    
    L'invornita, Raffaelli Editore, Rimini 2000      
                     
                         
  Zandonai e Carpegna                      
      Zandonai e Carpegna, Conferenza spettacolo, novembre 2000    
                       
                         
  La prolungata diceria del ballo angelico a Maiolo                    
    La prolungata diceria del ballo angelico a Maiolo, Edizioni e Produzioni della Miniera, Novafeltria 2002      
                     
                         
  Rimini Napoleonica                    
    Rimini Napoleonica, Edizioni e Produzioni della Miniera, Novafeltria 2005      
                     
           
La signorina Notte
La signorina Notte, Guaraldi Editore, Rimini 2007
Cartolina di Leonardo Sciascia      
  Una cartolina che Leonardo Sciascia scrisse a Benedetto nel 1972  
     
             
Ciao Bella    
 

Il libro scritto dalla figlia di Benedetto, sulla loro storia familiare, uscito a Londra nel 2006.

Helena Frith Powel, è collaboratrice di diversi quotidiani inglesi e francesi

 
   
             
Benedetto Benedetti          
    Benedetto Benedetti



Benedetto Benedetti - La voce di Romagna, 21 gennaio 2014

Benedetto Benedetti - La voce di Romagna, 21 gennaio 2014









Copyright © by Simone Mariotti Tutti i Diritti Riservati.

Data creazione pagina: 2007-07-14 (5403 Letture)

[ Indietro ]

pixel


Questo sito è stato ideato da Simone Mariotti (p.iva 02628890408) adattando e modificando una versione del PHP-Nuke. PHP-Nuke (www.phpnuke.org) è un software libero rilasciato con licenza GNU/GPL (www.gnu.org).
Generazione pagina: 0.07 Secondi